LE MUSOLESI | Pietre


Pietre preziose e semipreziose

Con il termine gemma (chiamata anche Pietra semipreziosa preziosa o semi-preziosa, Pietra semipreziosa dura o gioiello) vengono indicate tutte quelle specie e varietà minerali che, suscettibili di taglio o lucidatura, possono essere utilizzate in lavori di gioielleria.
Nonostante alcune rocce come il lapislazzuli e materiali organici come l’ambra o come le perle (che rappresentano il risultato finale di un processo organico che avviene all’interno di alcuni molluschi) vengano ugualmente usate nella fabbricazione di gioielli, e pertanto possono essere considerate “gemme”.

La tradizionale classificazione, risalente al periodo degli antichi Greci, divide le pietre in preziose e semi-preziose.
Le pietre preziose erano considerate il diamante, il rubino, lo zaffiro e lo smeraldo, mentre tutte le altre erano chiamate semi-preziose. Questa distinzione rifletteva la rarità di queste pietre, la loro lucentezza e la loro durezza (da 8 a 10 nella scala di Mohs). Questa distinzione non riflette necessariamente i moderni valori, ad esempio mentre il granato è una Pietra semipreziosa relativamente economica, una particolare varietà di granato verde, chiamata Tsavorite, può costare più di uno smeraldo di medio valore. L’uso dei termini “prezioso” e “semi-prezioso” in un contesto commerciale può quindi essere fuorviante in quanto sembra implicare che alcune pietre posseggano un valore intrinseco maggiore di altre, il che non è vero. La preziosità di queste pietre è determinata dalla loro purezza , dall'intensità del loro colore ,dalla loro rarità oltre che da come vengono tagliate per valorizzarle

Genericamente parlando, una Pietra semipreziosa preziosa è una Pietra semipreziosa bella a vedersi, rara e resistente nel tempo, cioè poco vulnerabile all’abrasione, alla fratturazione e alle reazioni chimiche.

Alcuni minerali possono essere molto belli, ma non rientrano fra le pietre preziose in quanto sono troppo fragili e facilmente soggetti ai graffi. Bisogna comunque notare che il minerale più comune sulla faccia della Terra è il quarzo, che ha ben 7 nella scala di Mohs. Dato che il quarzo si trova ovunque, specialmente nella polvere e nella sabbia, allora è chiaro che ogni materiale meno resistente può essere soggetto a graffi quando lo si indossa. Le gemme migliori sono quelle che non possono essere scalfite dal quarzo. La Natura ci offre una gamma ampia di minerali di straordinario splendore per colore e forma. Belli da vedere o da indossare i cristalli hanno anche un’altra proprietà, data dalla particolare struttura molecolare: sono in grado di trasmettere la loro vibrazione, i movimenti e le scansioni dei loro atomi. E’ quella che, in altri termini e impropriamente, viene anche definita la "magia dei cristalli": in realtà di magico non c’è nulla, se non la semplice magia della Natura. Comunque sia ,per il colore e per le vibrazioni ,alcune gemme possono influire sia sulla ”spiche “che sulla salute oltre che naturalmente sull’umore e ovviamente sull’estetica generale di chi le indossa.